Un nuovo modo per conoscere
ed acquistare un libro.

BOOKSHOP

Tutte le attività del caffè letterario si snodano e si integrano attraverso la libreria. Il progetto stesso del caffè nasce da una concezione diversa di offrire, conoscere ed acquistare un libro.

In un epoca in cui da un lato i bookstores, come ipermercati, diventano dei centri di vendita che seguono metodologie e logiche codificate per seguire gli interessi dei grandi distributori e dall’altro le librerie di quartiere con i loro prodotti di nicchia fanno sempre più fatica a sopravvivere, la nostra libreria propone i suoi prodotti soprattutto attraverso le attività culturali.

Le presentazioni dei libri, spesso di case editrici che non trovano spazi di distribuzione nelle classiche librerie, diventano così uno dei veicoli per conoscere ad acquistare nuove opere. Poiché inoltre gli argomenti trattati in un libro sempre più spesso vengono integrati in altri ambiti artistici e di comunicazione, gli eventi della nostra libreria diventano così dei poli di integrazione ed informazione.
Lo spazio in libreria, anche se tende ad essere specializzato con testi che trattano essenzialmente di arte, design e media, cerca di promuovere quindi quei prodotti che vengono presentati nei nostri spazi.

L’apertura della biblioteca all’interno del caffè letterario ha consolidato questa concezione di offerta di un prodotto attraverso ambiti di discussioni integrate; così la libreria adesso trova nuove aree di integrazione, sia attraverso le attività culturali della biblioteca, sia attraverso l’offerta di vendita di quei prodotti che in biblioteca di possono affittare ma non acquistare.