17_05_10_psicologi

Gli adolescenti e il rischio

Rischio è una parola sfumata tanto quanto la sua etimologia. ( dal greco: rizikon sorte, a sua volta, da riza, scoglio o e rysis , salvezza.)
Ed è in senso provocatorio che viene usata in tale cornice a cui fa da sfondo la riappropriazione della responsabilità da parte dell’adulto.
Come l’immagina evoca, gli adolescenti perdono il guscio quando crescono e, nel passaggio da un rivestimento ad un altro, il rischio di cicatrici è direttamente proporzionato ad una serie di fattori che hanno a che fare con gli stili educativi, di attaccamento e ruoli definiti.
Acquisire competenza sociale ed emotiva non equivale a frequentare un corso di sopravvivenza da parte dei nostri ragazzi, perdipiù avulsi da ogni riferimento. E’ un percorso circolare la cui gestalt è scritta nelle esperienze di relazione.
I nutrimenti e i veleni che l’esperienza fornisce coloreranno questo percorso, in quanto ogni acquisizione umana complessa è il risultato dell’esperienza.
Un piccolo viaggio tra riflessioni ed esperienze dirette.

La partecipazione, che include l’aperitivo, è al costo di 15 euro.
Per informazioni e prenotazioni:

Vania Sessa
email: vaniasessa@gmail.com
tel: 349 60 55 426
Concetta Macrì
email: concetta.macri@gmail.com
tel: 347 69 87 679

Data

10 maggio 2017

Ora

19:30