19_06_16_sapere_sito

Il banchetto del Sapere

Il banchetto del Sapere

Lettura e approfondimenti critici di Edoardo Ferrini

Inserti recitati di Vittorio Surace

Accompagnamento musicale di….

Locandina e illustrazione di Paolo Romito

Condividere il sapere tramite la pratica ritualistica del simposio e del convivio significa fare scendere la conoscenza di e per pochi dall’alto e condividere
sulla terra i doni del cielo, e allo stesso tempo legare, unire la bellezza delcielo con i bisogni della terra- il ventre, lo stomaco, il sapore, il gusto.
Il simposio è il modello platonico, composto, erotico. Il convivo è il modello dantesco, dove si “manuca” il pane degli angeli, che pone in diretto contatto il volgare con il gusto. Il primo è elitario, il secondo basandosi sull’universalismo della fede cristiana è più aperto, ma anche carico di metafore ed allegorie idealizzate rispetto ad una pratica ritualistica antica. A unire i due modelli a debita distanza e portandoli nelle pietanze del presente è il desiderio di amare chi ama il sapere al punto da sedersi a tavola con lui.
Alcuni di voi però già scuotono la testa perché si ricordano dell’ingordo Trimalchione e di tanti suoi seguaci e addirittura precursori, personaggi che degenerano in senso comico la compostezza simposiale. Quando, perché? Entro quali limiti? Perché il simposio sembra essere diventato una grande abbuffata? Affinate il gusto in tutti i vostri sensi. Oltre ad assaporare, potete confrontarvi sì con gli approfondimenti critici, anche però, e soprattutto, con il gusto altrettanto raffinato della musica evocativa e di sottili domande recitate. D’altronde il banchettante non è un semplice spettatore, deve conviviare più che ascoltare.

Data

16 Giugno 2019

Ora

20:00