17_10_13_possanza_2

Comunista di nascita.

Roma, primavera 2013. Una donna ripercorre le tappe della propria formazione che hanno forgiato la sua personalità raccogliendo suggestioni dalla quotidianità.

Tra una chiacchierata con gli amici e una notizia al telegiornale, la protagonista ricorda l’educazione comunista ricevuta dal padre il conseguente accesso interesse politico, l’affolato funerale di Berlinguer a piazza San Giovanni, i vari amori e le relative sofferenze legando il tutto con il fil rouge di una ricerca personale e collettiva e con la passione musicale.

Con un ritmo vivace e ironico, in bilico fra nostalgia e separazione Orietta Possanza costruisce un ponte fra la più recente storia politica italiana e le vicende dei tumultuosi anni ’70. Intrecciando il presente al passato, il pubblico al privato, l’amore alla politica, l’autrice sviluppa la narrazione sullo sfondo di una Roma piena di contraddizioni.

 

Orietta Possanza, giornalista pubblicista, lavora come responsabile della Comunicazione delle Biblioteche di Roma. Ha collaborato con il settimanale Left e con il quotidiano Terra, scrivendo articoli per la pagina culturale e ha presentato autori e libri all’interno delle manifestazioni Libri Come e Più libri più liberi.

Comunista di nascita è il suo primo romanzo.

Data

13 ottobre 2017 - 18 ottobre 2017

Ora

18:00